Chi siamo

Il Ristorante La Betulla, le cui origini risalgono al 1850, appartiene alla famiglia Caliaro, che lo gestisce da quattro generazioni.
Le specialità culinarie che si possono gustare sono quelle tipiche della cucina locale.
Il luogo si presta a p10537161_10204460409296861_2078575058799002270_niacevoli e rilassanti passeggiate su sentieri antichissimi, proprio recentemente ripristinati,
percorribili a piedi o in mountain bike.

Durlo: a caratterizzare il paese di Durlo, 845 km, è il Monte Purga, una singolare prominenza conica,
di colore verde cupo, derivante da un antico camino vulcanico.
Solitaria e dalla forma perfetta, la Purga di Durlo divide la piccola e oscura
Valle del Proneche da quella più nota del Corbiolo. A chi sale da Crespadoro,
appare e scompare a ogni tornante di strada,
ammaliante e misteriosa come una fada.
Sulla cima del monte, proprio dove anticamente doveva essere la bocca eruttiva,
esistono i resti di una torre di modeste dimensioni. Secondo la tradizione locale più remota,
quella era la rocca, o il mastio, di un vecchio maniero.
Una cinta di mura, posta più in basso, completava la primitiva costruzione.
La posizione strategica, a controllo della Via Visentina d’accesso alla Lessinia e di comunicazione con il Trentino,
concorre a ipotizzare una continuità insediativa fin dalla preistoria.
Il Monte Purga, assai verosimilmente, nell’ età del ferro era già sede di un castelliere,
poi dovette ospitare un castrum romano, quindi divenne una postazione longobarda.
Il nome Purga infatti dovrebbe derivare dalla voce tedesca Burg.